BREAKING NEWS
GMT+2 10:16

Applicazioni (programmi)

programmi o applicazioni (detti anche, soprattutto per i terminali mobili, app) sono software che si aggiunge al sistema operativo per svolgere compiti specifici. Sono distinti dal sistema operativo vero e proprio, in quanto quest’ultimo costituisce la base per la gestione del computer, mentre le applicazioni forniscono funzionalità aggiuntive.

Per esempio Microsoft Word, un noto programma di videoscrittura, è una applicazione. Esso non fa parte del sistema operativo su cui viene eseguito (Windows o OS X), ma si appoggia al sistema operativo per il proprio funzionamento.

La distinzione fra applicazione e sistema operativo non è sempre così evidente. Per esempio Ms Paint (il noto programma di disegno per Windows) è una applicazione, anche se viene fornito preinstallato insieme al sistema operativo Windows. Semplificando molto, possiamo dire che le applicazioni sono quelle parti di software che possono essere aggiunte (o installate) sul computer, che per funzionare si appoggiano al sistema operativo sottostante e che possono essere rimosse (disinstallate) senza compromettere o menomare il funzionamento del dispostivo.

Una classificazione (molto incompleta) delle principali categorie di applicazioni è la seguente:

  • Desktop
    Anche definito software di produttività personale o di office automation. Rientrano in questa categoria: elaborazione di testi, fogli di calcolo, presentazioni, grafica tecnica, grafica artistica, fotoritocco, musica, agenda, ecc. Per esempio i già citati Microsoft Word e MS Paint appartengono a questa categoria.
  • Games
    Giochi, nel senso più ampio del termine.
  • Education
    Applicazioni utili alle scuole di tutti i gradi, ad esempio per l’autoapprendimento.
  • Software development
    Si tratta di programmi utili per lo sviluppo di altri programmi. Forniscono un interfaccia grafica (detta ambiente di sviluppo o IDE) in cui il programmatore può scrivere, correggere e testare nuovo software.
  • Business o Enterprise
    Grandi categorie che comprendono le cosiddette applicazioni “aziendali”. Sotto questa categoria abbiamo applicazioni per: contabilità, bilancio, controllo di gestione, magazzino, fornitori, clienti, produzione, vendite, marketing, personale, ecc.

 

Installazione e applicazioni portable

Si definisce installazione di un programma il processo necessario per rendere il programma stesso funzionante e utilizzabile su un computer. I primi programmi (e ancora oggi il cosiddetto software portable, vedi sotto) non necessitavano di installazione: l’utente doveva solo copiare il programma e i file ad esso associati sul disco e quindi eseguirlo. Col crescere della complessità dei programmi, dei sistemi operativi e dell’hardware, questa operazione è diventata anch’essa via via più complessa, richiedendo spesso il controllo di precedenti versioni già installate, la verifica della compatibilità dell’hardware, la creazione di cartelle, di collegamenti, di inserimenti nei menu del sistema operativo e di memorizzazione di voci nei file di sistema (file di registro e variabili di ambiente).

Di conseguenza, per evitare all’utente una serie di operazioni molto complicate e potenzialmente pericolose per l’integrità del sistema, la procedura viene automatizzata mediante, appunto, il processo di installazione. Il metodo di installazione varia enormemente da un sistema operativo a un altro. Nel caso del sistema operativo Windows per esempio l’installazione avviene eseguendo un altro programma (detto installer) il quale si occupa di svolgere tutta la sequenza di installazione.

Come abbiamo accennato, non tutti i programmi richiedono di installazione. Per esempio le cosiddette applicazioni portable (o portabili o standalone) non necessitano di installazione. E’ sufficiente che l’utente copi la cartella del programma (molte volte estraendola da un file compresso) sul proprio computer o su un dispositivo rimovibile ad esso collegato (es. una chiavetta usb), per rendere funzionante il programma stesso. Un’applicazione portabile può indistintamente essere eseguita su qualsiasi computer in cui si dispone di un sistema operativo compatibile con l’applicazione stessa. Il vantaggio per l’utente è quindi quello di poter utilizzare la medesima applicazione su macchine diverse mantenendo le impostazioni personalizzate nell’uso dell’applicazione. Un secondo vantaggio delle applicazioni portabili deriva dal fatto che non richiedendo installazione possono spesso essere eseguite anche in ambienti in cui non si dispone dei diritti di amministrazione sul sistema operativo.

2014 Powered By Wordpress, Goodnews Theme By Momizat Team